Aspettare può essere snervante a volte, specialmente per le persone con meno pazienza. Ti piace stare ore in fila al controllo di sicurezza dell’aeroporto per fare un volo di un’ora e mezza? E invece ti piace la coda prima di salire su una giostra del parco divertimenti che dura nemmeno 45 secondi?
L’attesa è anche peggiore quando c’è il nostro futuro in ballo, parlo del lasso di tempo che separa la presentazione del tuo curriculum al giorno in cui ricevi la fatidica chiamata per l’intervista.
Lavorando come Manager delle risorse umane, mi capita anche di ricevere e gestire più di cinquanta assunzione all’anno scremati da più di mille curricula. Scommetto che almeno il 90% di questi sono stati impazienti di ricevere una chiamata.
Non devo essere io a dirvi come gestire la vostra pazienza durante l’attesa, però posso darti dei consigli (8 ad essere precisi) per far sì che tu consegni un curriculum in perfetta forma, perché quando si è sicuri di sé l’attesa diventa meno pesante.
  1. Struttura bene il curriculum. La prima cosa che i manager vanno a leggere è proprio quello quindi assicurati di mettere ben in evidenza una foto professionale e le info di contatto. Controlla che il corpo centrale sia ben strutturato e privo di errori perché ogni singolo refuso potrebbe dare un’idea di sciatteria o noncuranza. Ogni singolo dettaglio trasmette qualcosa al lettore.
  2. Il tuo obiettivo è avere il lavoro, non l’intervista. Ricevo centinaia di domande ogni settimana, ma non ho il tempo per approfondirle tutte, quindi per capire se fai per noi cerco subito i fatti, le capacità e le qualifiche del candidato. Di conseguenza, evita di riempire il tuo curriculum con promesse e concetti astratti. 
  3. Sii sempre te stesso. E’ meglio che forzarsi per es. di essere divertente, se lo sei di natura allora tanto meglio ma tieni sempre d’occhio il tono con cui è stata scritta l’offerta di lavoro. Noti dell’umorismo? In quel caso puoi mantenere quel livello nella risposta. Cerchiamo sempre di comporre le nostre offerte con un punto di vista personale e d’ispirazione proprio perché vogliamo lavoratori ispirati veramente e non un comune “yes man” che prende soltanto ordini.
  4. Sii specifico. Ogni frase deve essere molto chiara e specifica. Infatti cerco spesso i risultati che hai ottenuto in lavori precedenti. Quindi è molto importante che tu li metta in evidenza con relativi dettagli, ad esempio: “Ho contribuito a far crescere i visitatori del nostro sito web del 200% in 6 mesi”. I valori specifici sono la chiave per una buona impressione.
  5. Rispondi alle domande. Negli annunci è facile trovare domande specifiche e dobbiamo dedicargli la massima attenzione perché non sono state messe lì tanto per riempire lo spazio. Le risposte infatti vengono prese veramente in considerazione, ignorale e le tue speranze svaniranno del tutto.
  6. Sempre PDF. Non consegnare il tuo curriculum con formati tipo Word, excel, docx o simili. E’ molto importante fornire un PDF, formato standard ed usato ovunque.
  7. Personalizza. Ricevo centinaia di lettere d’assunzione che non hanno passione, personalità né carattere. È incredibile come anche degli esperti in comunicazione possano scrivere lunghi e noiosi curricula. Quindi attira la mia attenzione e vorrò saperne di più… rendi la lettura un piacere!
  8. Modifica ed aggiusta. Fai rileggere il documento ad un amico o un parente che ha un occhio critico. Ti assicuro che potrà dare un punto di vista differente dal tuo e sicuramente utile. Scrivilo oggi e rileggilo domani a mente fresca prima di consegnarlo, eviterai eventuali sensi di colpa per non aver scritto una certa frase esattamente come volevi.

Alla fine solo una persona avrà il lavoro e quello giusto è là fuori da qualche parte che aspetta la tua candidatura. Devi solo impegnarti a presentarti nel migliore dei modi. Essere consapevoli di aver dato il meglio renderà per lo meno l’attesa più leggera.

Autore: Daniel Baun
HR Manager per Trendhim.

Autore del libro “Heartcore Business” sul fare la differenza anche al lavoro.

Commenti 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *