Il web è ormai il principale canale per l’attività di Recruiting poiché offre indubbi vantaggi a chi cerca e offre lavoro, favorendo l’incontro tra domanda e offerta. 
Chi cerca annunci e offerte di lavoro sul web può accedere facilmente a un maggior numero di informazioni e in meno tempo rispetto ai canali tradizionali (carta stampata, uffici, ecc.). Chiunque può candidarsi agli annunci online o cercare informazioni sulle aziende da un qualsiasi pc con una connessione a internet. 
Le aziende, invece, possono mettere a disposizione dei potenziali candidati un numero elevato di offerte e informazioni, con costi sensibilmente contenuti (a volte addirittura nulli) rispetto alla carta stampata e in più con un maggiore tasso di interazione con i job seeker. 
Purtroppo il web è ancora poco usato dalle piccole e medie imprese che in Italia sono il 95% del totale.
Con l’Employer branding è possibile utilizzare il web 2.0 e i Social Network per ridurre i costi e i tempi della Ricerca del personale.
Employer Branding
L’Employer Branding è l’insieme delle Strategie e degli Strumenti utili per creare un’immagine aziendale coerente con l’identità dell’impresa intesa come luogo di lavoro, attraverso la quale attrarre e fidelizzare (Retention) le persone di talento e i profili professionali difficilmente reperibili sul Mercato del Lavoro. 
Le politiche di Employer Branding combinano il Marketing con la Gestione Strategica del personale per ottenere benefici nell’attività di Recruiting.
Per acquisire un vantaggio competitivo sul Mercato del Lavoro è necessario definire un proprio target di riferimento per raggiungere un buon posizionamento e distinguere il proprio employer brand da quello dei competitor. 
L’obiettivo finale è fare in modo che i potenziali dipendenti (employees) associno nella loro mente l’azienda/employer a una serie di caratteristiche ben definite (Mission, Value, Cultura aziendale) per ottenere benefici nell’attività di Ricerca del personale.
Step per una campagna di Employer Branding
1. Osservare
  • Osserva i tuoi competitor (su job board e social network);
  • Trova sul web articoli e conversazioni sulla tua azienda;
  • Osserva il comportamento dei job seekers.
2. Target
  • Segmenta e individua gruppi di potenziali candidati; 
  • Individua e definisci le aspettative e i loro comportamenti;
  • Cerca di capire dove il tuo target trova opportunità di lavoro e i suoi criteri di valutazione (Siti web; Social Media: LinkedIn, Facebook, Twitter, YouTube, ecc.; Forum; Blog; Quotidiani e riviste; Gruppi professionali;  Eventi; ecc.).
3. Strategie
  • Definisci i tuoi obiettivi e decidi quali canali utilizzare;
  • Valuta l’impegno necessario per gestire ogni canale;
  • Investi prima in canali dove sei sicuro di trovare le persone che cerchi.
4. Diffondi la cultura dell’Employer Branding
  • Consenti al tuo personale di sponsorizzare il brand;
  • Il raggiungimento degli obiettivi è possible solo con un coordinamento tra le funzioni IT, HR e Marketing.
5. Coerenza
  • Il tuo messaggio deve essere chiaro e preciso;
  • Presta attenzione alla coerenza dei tuoi contenuti;
  • Influenza la percezione dei job seeker sull’azienda;
  • Crea messaggi che uniscono il brand e il recruitment.
6. Costruisci una “community”
  • È l’obiettivo di lungo termine e richiede molto impegno; 
  • Concentrati sulla qualità dei contatti e non sulla quantità;
  • Comunica in modo mirato con i soggetti più interessanti.
7. Sviluppa KPI e controlla il ROI
  • Monitora le visite al tuo career site, le conversazioni rilevanti, le relazioni con i potenziali candidati;
  • Controlla la tua SEO Web Reputation;
  • Identifica i fattori di insuccesso (es. tasso di abbandono dei neoassunti) e i fattori di successo;
  • Decidi se apportare modifiche alla tua strategia.
Per approfondimenti: 
Ricerca e Selezione del personale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.